Raccolta di commenti inviati a Morasha.it sulla nuova Intifada

18/10/2000

La protesta dell'ambasciata d'Israele a Roma per il corrispondente Rai Riccardo Cristiano

Oggi l'Ambasciatore d'Israele in Italia, Yehuda Millo ha presentato una dura protesta al Presidente della RAI, il Dott. Roberto Zaccaria, in merito all'appello "agli amici palestinesi" inviato dal corrispondente della RAI in Israele Riccardo Cristiano al quotidiano palestinese Al Hayat Al Jadida, pubblicato il 16 ottobre u.s. Nell'appello Cristiano mette in evidenza che "gli eventi" ossia il linciaggio dei due riservisti israeliani a Ramallah del 12 ottobre, non sono stati ripresi dalla rete televisiva italiana "ufficiale", mentre "noi rispettiamo sempre le procedure giornalistiche in Palestina". L'Ambasciatore ha aggiunto che questo gesto di Cristiano getta una lunga ombra sulla credibilità dei Suoi e di altri corrispondenti presenti nella nostra regione.



L'appello di Riccardo Cristiano apparso sul quotidiano palestinese di Ramallah Al Hayat-Al Jadidah del 16 ottobre 2000
 

Chiarimenti speciali dal rappresentante italiano della rete televisiva ufficiale italiana

Miei cari amici di Palestina, ci congratuliamo con voi e crediamo che sia nostro compito mettervi al corrente degli eventi che hanno avuto luogo a Ramallah il 12 ottobre. Una delle reti private italiane, nostra concorrente, e non la rete televisiva ufficiale italiana RAI, ha ripreso gli eventi; quella rete ha filmato gli eventi. In seguito la televisione israeliana ha mandato in onda le immagini così come erano state riprese dalla rete italiana e in questo modo l'impressione del pubblico è stata che noi, cioè la RAI, avessimo filmato quelle immagini.

Desideriamo sottolineare che le cose non sono andate in questo modo perché noi rispettiamo sempre e continueremo a rispettare le procedure giornalistiche dell'Autorità Palestinese per il lavoro giornalistico in Palestina e siamo attendibili per il nostro lavoro accurato.

Vi ringraziamo per la vostra fiducia e potete stare certi che questo non è il nostro modo d'agire (ossia nel senso che non lavoriamo come le altre reti televisive). Non facciamo e non faremo cose del genere.

Vi preghiamo di accettare i nostri migliori auguri.

Riccardo Cristiano
Rappresentante della rete ufficiale italiana in Palestina


© 2000 Morashà. È vietata la riproduzione stampata o elettronica dei testi senza il permesso della redazione