Genesi 6, 9 - 11, 32

1) Quale peccato in particolare, decise il destino della generazione del diluvio?

2) Perché Dio disse a Nòach di costruire un’arca, invece di salvarlo in qualsiasi altra maniera?

3) L’arca aveva tre livelli. Qual era la funzione di ciascuno?

4) Perché Dio rimandò il diluvio di sette giorni?

5) Perché le prime acque del diluvio vennero giù come pioggerellina?

6) Che cosa disse la gente che spaventò Nòach, e che cosa fece Dio per proteggerlo?

7) Che cosa simboleggia esattamente il ramoscello d’ulivo?

8) Quale proibizione fu data assieme al permesso di mangiare la carne?

9) Perché il comando di "crescete e moltiplicatevi" segue immediatamente la proibizione dell’omicidio?

10) Nominate due generazioni nelle quali l’arcobaleno non apparì mai?

1) 6; 13. Furto.

2) 6; 14. Così la gente vedendo che Nòach costruiva l’arca poteva venire a sapere che si stava preparando il diluvio e aveva la possibilità di pentirsi.

3) 6; 16. Il primo livello serviva agli uomini; il secondo agli animali; il terzo per i rifiuti.

4) 7; 4. Per permettere i sette giorni di lutto stretto per la morte di Metushèlach.

5) 7; 12. Per dare alla generazione una possibilità di pentirsi.

6) 7; 13-15. La gente disse "Se lo vediamo salire sull’arca, la distruggeremo!" Dio allora mise dei leoni e degli orsi a difesa dell’arca.

7) 8; 11. Niente! Si trattava di una foglia, non di un ramo. Significa che è meglio mangiare del cibo amaro come un oliva (acerba) donato da Dio piuttosto che quello dolce degli uomini.

8) 9; 4. La proibizione di cibarsi di parti di animali ancora vivi.

9) 9; 7. Per paragonare chi evita volontariamente di avere figli, all’omicida.

10) 9; 12. La generazione del re Chizkiyàhu e quella di Shim’òn Bar Yochày.