Genesi 44, 18 - 47, 27

1) Perché Yehudà disse che il fratello mancante era morto?

2) Quali due cose aiutarono i fratelli a provare che Yosèf era veramente lui?

3) Perché Yosèf inviò del vino vecchio a Ya’akòv?

4) Che cosa successe a Ya’akòv quando capì che Yosèf era vivo?

5) "Ti riporterò su" dall’Egitto. A che cosa allude?

6) Che cosa successe alle proprietà che Ya’akòv aveva acquistato a Padàn Aràn?

7) Yosèf preparò il suo carro invece di lasciarlo fare agli schiavi. Perché?

8) Perché i pastori erano in abominio agli egiziani?

9) Quale benedizione diede Ya’akòv al Faraone allontanandosi da questi?

10) Quali furono gli unici da cui Yosèf non comprò i campi?

1) 44, 20. Yehudà aveva paura che se avesse detto che mancava un fratello Yosèf avrebbe chiesto di portarglielo.

2) 45, 12. Era circonciso come loro e parlava la Sacra Lingua.

3) 45, 23. Le persone anziane apprezzano il vino vecchio.

4) 45, 27. Il suo spirito profetico ritornò.

5) 46, 4. Che Ya’akòv sarebbe stato sepolto nella terra di Canà’an.

6) 46, 6. Le scambiò con la parte di Esàv nella grotta di Makhpelà.

7) 46, 29. Yosèf voleva affrettarsi a onorare suo padre.

8) 46, 34. Perché gli egiziani adoravano le pecore.

9) 47, 10. Che le acque del Nilo si sarebbero dovute sollevare per onorare il Faraone.

10) 47, 22. I sacerdoti egiziani.