Esodo 25, 1 - 27, 19

1) Quanti tipi di cose dovevano offrire gli ebrei?

2) Che specie di alberi piantò Ya’akòv in Egitto?

3) Descrivi due usi per: a) olio; b) spezie; c) pietre preziose.

4) Perché la Torà viene chiamata "testimonianza"?

5) A che cosa assomigliavano i volti dei "keruvìm"?

6) In quale giorno della settimana veniva cotto il "lèchem hapanìm"?

7) Come faceva Moshè a sapere come doveva essere la forma della menorà?

8) Qual era la lunghezza del "mishkàn"?

9) Perché l’altare era ricoperto di "nechòshet"?

10) A che cosa servivano le "yetedòt" di rame?

1) 25, 2. 13.

2) 25, 5. Arazìm — Cedri.

3) 25, 6-7. a) L’olio veniva acceso nella menorà e usato per consacrare. b) Le spezie venivano usate per l’olio per consacrare e per l’incenso. c) Le pietre preziose per l "’efòd" e per il" chòshen".

4) 25, 16. Testimonia che Dio ci ha chiesto di osservare le mitzvòt.

5) 25, 18. Volti di bambini

6) 25, 29. Venerdì.

7) 25, 40. Dio gli mostrò una menorà di fuoco.

8) 26, 16. 30 ammòt.

9) 27, 2. Per espiare la sfrontratezza.

10) 27, 19. Assicuravano la cortina contro il vento.