Esodo 35, 1 - 38, 20

1) In che giorno Moshè riunì il popolo ebraico?

2) Perché la proibizione del lavoro di shabbàt viene scritto prima delle

istruzioni per costruire il "mishkàn"?

3) A che cosa servivano i "bigdè hasràd"?

4) Quale immagine era ricamata sul "paròkhet"?

5) Perché la costruzione dell’ "aròn" è stata attribuita a Betzalèl?

6) Con quali materiali era fatto il "mizbàch haketòret"?

7) Con quali materiali era fatto il "mizbèach ha’olà"?

8) Il "kiyòr" era fatto con specchi di rame. A che cosa servivano questi in Egitto?

9) In che maniera il "kiyòr" favoriva la pace?

10) Con quale materiale erano fatte le "yetedòt" del "mishkàn"?

1) 35, 1. Il giorno dopo Yom Kippùr.

2) 35, 2. Per enfatizzare che il lavoro sul Mishkàn non è più importante dello shabbàt.

3) 35, 19. Servivano a coprire l’ "aròn", lo "shulkhàn", la "menorà" e i "mizbachòt" quando erano imballati per il trasporto.

4) 36, 35. Quella dei "keruvìm."

5) 37, 1. Perché si dedicò alla costruzione più di qualsiasi altra persona.

6) 37, 25-26. Legno rivestito d’oro.

7) 38, 1-2. Legno rivestito di rame.

8) 38, 8. Ad aumentare il popolo ebraico! Le donne ebree si guardavano spesso allo specchio per essere attraenti agli occhi dei mariti afflitti dal duro lavoro.

9) 38, 8. Le sue acque aiutavano la donna accusata di adulterio a provare la sua innocenza.

10) 38, 20. Rame.