Numeri 25, 10 - 30, 1

1) Perché Pinechàs non era un kohèn in precedenza?

2) Kòrach e la sua congrega sono diventati un esempio. Che vuol dire?

3) Perché sopravvissero i figli di Kòrach?

4) Quanti anni ci vollero per conquistare la Terra di Israele? E quanti per dividerla?

5) Due fratelli lasciano l’Egitto e muoiono nel deserto. Uno dei due ha tre figli. L’altro ha solo una femmina. Quando questi quattro cugini entreranno nella Terra di Israele, quante parti riceverà la figlia femmina?

6) Perché la Torà cambia l’ordine dei nomi delle figli di Tzelofchàd?

7) Per quale peccato morì Tzelofchàd?

8) Moshè mise "un po’ della sua dignità" su Yehoshùa. Che vuol dire esattamente?

9) Perché Shavu'òt viene chiamata "festa delle primizie"?

10) Che cosa rappresentano i 70 tori offerti a Sukkòt?

1) 25, 13. La "kehunnà" (sacerdozio) fu data ad Aharòn e i suoi figli (non ai suoi nipoti) e a tutti i loro discendenti dopo essere stati unti. Pinechàs, nipote di Aharòn, era nato prima dell’unzione.

2) 26, 10. La "kehunnà" fu donata per sempre ad Aharòn e i suoi figli, in maniera che nessuno lo metterà mai in dubbio.

3) 26, 11. Perché tornarono sui loro passi.

4) 26, 53. Sette anni. Sette anni.

5) 26, 55 - 27, 8. Due parti.

6) 27, 1. Per insegnare che erano egualmente grandi.

7) 27, 3. Rabbì Akivà sosteneva che Tzelofchàd era quello che aveva raccolto la legna di shabbàt. Rabbì Shim’òn invece sosteneva che era uno dei "ma'apilìm", che avevano cercato egualmente di "salire" in Israele, dopo la colpa dei "meraghelìm".

8) 27, 20. Che il volto di Yehoshùa splendeva come la luna.

9) 28, 26. Perché la doppia offerta di pane proveniva appunto dalle primizie dell’anno.

10) 29, 18. Le settanta nazioni della Terra.