Deut. 11, 26 - 16, 17

1) Qual era il segno che il popolo ebraico avrebbe ereditato la terra?

2) Durante i 14 anni di conquista e divisione della terra, quali sacrifici su altari privati erano permessi?

3) Perché non fu permesso alla tribù di Yehudà di conquistare Yerushalàyim?

4) Perché fu permesso al popolo ebraico di assistere allo sterminio dei Cananei?

5) Che forma di idolatria è punita con la morte?

6) Una persona compie dei miracoli nel nome di Dio. Poi sostiene che le leggi vanno riviste. Come ci si comporta in un simile caso?

7) Chi ha la responsabilità maggiore nell’infliggere la punizione a chi è accusato di aver indotto altri all’idolatria?

8) Come deve mantenersi "kadòsh" il popolo ebraico?

9) Quali animali non sono inclusi dalla Torà nel divieto di cucinare latte e carne insieme?

10) Quali sono le priorità quando si fa la "tzedakkà"?

1) 11: 31. I miracoli avvenuti durante la traversata del Giordano.

2) 12: 8. Le offerte fatte per voto o le offerte volontarie.

3) 12: 17. Quando Avrahàm acquistò la grotta di Machpelà, fece un patto di pace con gli Ittiti ai quali i suoi discendenti non avrebbero mosso guerra.

4) 12: 30. Per imparare che non si devono seguire i loro comportamenti malvagi.

5) 12: 30. Scannare o bruciare un sacrifico su di un altare, fare delle libagioni, prostrarsi o qualsiasi altra forma di culto seguita verso quell’idolo.

6) 13: 2-6. Viene messo immediatamente a morte.

7) 13: 10. La persona che era stata indotta all’idolatria.

8) 14: 21. Evitando eccessi anche nei comportamenti permessi.

9) 14: 21. Animali selvatici, animali non kashèr e volatili.

10) 15: 7. Il più bisognoso, un fratello da parte di padre, un fratello da parte di madre, un povero della propria città, il povero di un’altra città.