Assemblea dei rabbini d'Italia 6/2/2007

Dichiarazione

"Non è mai esistita nella tradizione ebraica alcuna prescrizione né alcuna consuetudine che consenta di utilizzare sangue umano ritualmente. Questo uso è anzi considerato con orrore", si legge in un comunicato diffuso in serata dall'Assemblea dei rabbini d'Italia. "E' assolutamente improprio - prosegue la nota - usare delle dichiarazioni estorte sotto tortura secoli fa per costruire tesi storiche tanto originali quanto aberranti. L'unico sangue versato in queste storie è quello di tanti innocenti ebrei massacrati per accuse ingiuste e infamanti".

A firmare il comunicato sono, tra gli altri, il rabbino Giuseppe Laras, presidente dell'Assemblea dei Rabbini d'Italia, i rabbini capi di Roma e di Milano, Riccardo Di Segni e Alfonso Arbib, e il presidente dell'Unione delle comunità ebraiche in Italia Renzo Gattegna.

I
Torna all'indice di La nuova accusa del sangue

© Morashà 2007