Torna alle novità di Settembre

Zeruya Shalev


Frassinelli


Lit. 29.000

Una relazione intima

"Una storia forte, erotica, carnale, che ruota attorno alla morbosa passione della giovane Yaara - borghese, colta, sposata - per un amico del padre, molto più vecchio di lei, ambiguo e oscuro, e alla burrascosa relazione che intrecciano. Lui è un libertino nel quale magnetismo animale e peccaminosità si mescolano a una rovinosa decadenza e a uno sconfinato cinismo; per lei i momenti di piacere sono segnati dall’umiliazione e dal disprezzo. Eppure Yaara ne è attratta in maniera ossessiva, lo cerca, lo bracca attraverso le persone e gli eventi che in qualche modo li accomunano, si lascia usare, si ritrova in situazioni grottesche descritte allo stesso tempo con passione e con il distacco di uno spettatore disincantato. Perseverando nella sua pazzia, Yaara finisce con il corrodere il suo mondo: la carriera si affossa, il matrimonio va in pezzi, la famiglia la emargina. Eppure la sua non è una folla distruttiva, ma il disperato, inconsapevole tentativo di riappropriarsi di un’identità attraverso il corpo. Yaara, risvegliata alla vita dal vecchio predatore, non saprà più capacitarsi di un’esistenza immutabile e stereotipata. E dopo un percorso "iniziatico" volutamente mortificante, si ritroverà sola, libera, nuova. Una straordinaria prova narrativa, un romanzo affascinante, scandito da una scrittura torrenziale, che espone magistralmente il dramma umanissimo di una donna in crisi.

Zeruya Shalev, israeliana, è nata in un kibbutz nel 1959, e vive a Gerusalemme, dove lavora presso una casa editrice. Ha già pubblicato una raccolta di poesie e un romanzo. Per una relazione intima, ai vertici delle classifiche in Israele, è stata insignita del Golden Book Prize e dell’Ashman Prize.

Torna alle novità di Settembre