Torna alle novità di Ottobre

Amos Oz


Feltrinelli


Lit.29.000

Lo stesso mare

In tre stagioni si dipana l’intreccio di questa storia, fra le pagine di un romanzo che a tratti è poesia, a tratti epica, a volte rievocazione. Vi sono un commercialista rimasto vedovo da poco, il figlio partito per il Tibet spinto dal desiderio di andare il più lontano possibile, la sua giovane fidanzata lasciata in Israele, forte e fragile al tempo stesso, una donna malata di ironica solitudine, una morta la cui vita affiora a poco a poco. E soprattutto lui, lo scrittore che, a un certo punto, entra nella storia e vi prende parte sia come "artefice" che come "spettatore".

C’è un cifra comune nelle storie individuali racchiuse nel libro e nella trama ed è la distanza fra le anime, che acuisce i sentimenti invece di sopirli e li fa più forti e duraturi.

Tutti i personaggi sono separati dal loro oggetto d’amore da una barriera più o meno tenace e reale ma comunque invalicabile, sia essa il muro di una stanza, una lontananza remota, la morte o il fatto che l’amato sia l’immaginario personaggio di un racconto.

Il romanzo è un singolare evento nella letteratura contemporanea: prosa e poesia si intrecciano nella narrazione, in uno stile assolutamente nuovo e in un continuo moltiplicarsi di echi. Ogni frase ha una carica forte di significati e regala ogni volta al lettore la prova di un altissimo talento.

Amos Oz è nato a Gerusalemme nel 1939. È uno dei più grandi scrittori di Israele. Le sue opere sono state tradotte in ventotto lingue e hanno ottenuto moltissimi premi internazionali. È sposato, ha due figlie e un figlio e vive ad Arad, in Israele. In Italia sono stati pubblicati: Conoscere una donna (Guanda 1992, di prossima pubblicazione nell’Universale Economica Feltrinelli), Michael Mio (Bompiani 1992), Fima (Bompiani 1997), Soumchi (mondadori 1997), Una pantera in cantina (Bompiani 1999) e il saggio In terra d’Israele (Marietti 1992).

Torna alle novità di Ottobre