Torna all'inserto di Ottobre

R. Taradel-B. Raggi


Editori Riuniti


Lit. 35.000

La segregazione amichevole

Il libro presenta una ricostruzione dell'antisemítismo europeo tra la fine dell'Ottocento e il secondo dopoguerra attraverso la rivista piú prestigiosa e autorevole del mondo cattolico, "La Civiltà Cattolica", che si trova a fiancheggiare e appoggiare, quando non a promuovere, i fenomeni culturali e politici piú ambigui a cavallo dei due secoli. La nascita dei cristiano-socíali in Austria e l'affaire Dreyfus in Francia, i processi per omicidio rituale nell'impero asburgico e l'affermarsi dei totalitarismi appaiono come tappe di una campagna politica che si snoda lungo sei pontificati, rimossa dai protagonisti e dimenticata dagli studiosi, la cui analisi permette una nuova comprensione di aspetti cruciali dell'antisemitismo e dell'autoritarismo moderno.

Ruggero Taradel ha studiato storia delle religioni e filosofia all’università "La Sapienza" di Roma, presso la quale ha tenuto seminari sul rapporto tra Olocausto e memoria storica e sulle connessioni tra antisemitismo e pensiero teologico.

Barbara Raggi ha studiato storia delle religioni e la storia dell’antisemitismo. Collabora con Il Manifesto.

Torna all'inserto di Ottobre