L’educazione nella famiglia ebraica moderna
Rivka Barissever
UNIVERSITÀ CATTOLICA del SACRO CUORE
FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL’EDUCAZIONE
Relatore: Giuseppe Vico
1999

 

1.1. Aspetti storici
1.2. L’educazione dei figli
1.3. Il rispetto della persona
1.4. L’educazione attraverso l’esempio
1.5. Lo studio della Bibbia
1.6. Il quinto comandamento
1.7. Il ruolo della donna
1.8. Prospettive storiche

 

2.1. Il matrimonio come istituzione
2.2. La cerimonia nuziale nelle sue diverse fasi
2.3. I matrimoni proibiti
2.4. Gli scopi del matrimonio
2.5. Il divorzio

 

3.1. Il fondamento dei valori ebraici: il concetto di Teshuvà
3.2. Il concetto di mitzvà
3.3. L’etica della pace
3.4. I principali valori ebraici: il rispetto, la giustizia, la responsabilità, la compassione, l’amore del prossimo e la ahavat, la fede, la difesa del debole.

 

CAPITOLO IV: I riti quali eventi evolutivi
4.1. La memoria, la storia, e la ritualità
4.2. Il Bar-mitzvà e il Bat-mitzvà: il passaggio all’età adulta
4.3. La Pasqua ebraica e i suoi contenuti pedagogici
4.4. Il rapporto scuola- famiglia
4.5. La crisi spirituale dei nostri tempi e la sua conseguenza sul valore dei riti

CAPITOLO V: Educazione, famiglia, Shoah
5.1. L’influsso della Shoah sul progetto di vita dei giovani
5.2. Il problema dell’elaborazione
5.3. Problematiche educative

Introduzione

Ho deciso di svolgere questa trattazione in quanto ritengo che la famiglia ebraica sia portatrice di valori universali per cui non differenziandosi eccessivamente da qualunque altra famiglia, pur mantiene una certa interessante specificità.

In realtà non è semplice cogliere le caratteristiche davvero specifiche di un sistema di valori, usi e ritualità che non solo riflettono un particolare stile di vita ma soprattutto una visione pedagogica particolare. In questo lavoro ho cercato di cogliere le peculiarità della famiglia ebraica e del pensiero ebraico considerando l’argomento da diverse angolature.

Il testo è suddiviso essenzialmente in cinque parti. Nella prima, ho introdotto l’argomento delineando sul piano storico, lo sviluppo e l’evoluzione della famiglia ebraica del nostro secolo per poi focalizzare l’attenzione a questioni strettamente pedagogiche. In questo ambito, ciò che mi ha particolarmente affascinato è stato analizzare il ruolo educativo della donna all’interno della famiglia. Quest’ultima, subendo l’influsso dell’epoca moderna, ha modificato in parte la propria struttura allo scopo di addeguarvisi pur cercando di mantenere intatte le proprie finalità e le proprie peculiarità.

La seconda parte del testo si occupa dei valori educativi, molti dei quali universalmente riconosciuti, trasmessi dalla famiglia e dalla filosofia ebraica. In tale contesto emerge come il fondamento dei valori ebraici si fonda su concetti molto simili a quelli della cristianità pur restandovi una certa differenza di significato.Nella terza parte della trattazione, essenzialmente correlata alla seconda, ho iniziato col soffermarmi sulla particolare ritualità del matrimonio ebraico che rapresenta una fase essenziale e ricca di significato della vita ebraica. L’istituzione del matrimonio è portatore, infatti, di valori fondamentali, motivo per cui essa è regolata da numerose leggi e proibizioni. Le finalità del matrimonio coincidono, inoltre, con quelle della famiglia. Per questi motivi il matrimonio riveste una grande importanza nella vita famigliare ebraica per cui ho ritenuto appropriato allargare la trattazione accennando anche all’istituzione del divorzio secondo il punto di vista ebraico.

Il quarto capitolo è dedicato, invece, all’aspetto delle ritualità ebraiche e al loro significato educativo, per cui è stato necessario operare una scelta inquadrando le ritualità che riflettono più espressamente insegnamenti pedagogici e valori educativi ebraici. Nello stesso capitolo ho illustrato il problema della crisi spirituale in cui stà vivendo parte dell’ebraismo di oggi quale è riflessa dal valore e dall’ebraicità dei riti.

Infine, nell’ultimo capitolo che può essere considerato una conclusione in parte separata dal resto del lavoro, è stato sviluppato il tema dell’educazione sulla Shoah dal duplice punto di vista delle problematiche educative che esso ha la potenzialità di suscitare e dell’influsso che tale argomento esercita sul progetto di vita delle giovani generazioni.Al rigurdo viene trattato anche l’argomento della complessità e delle forme di elaborazione di tale esperienza da parte dei sopravvissuti e delle loro famiglie.

La presenza di interessanti testi sull’educazione e sulla famiglia ebraica ed articoli riguardanti testimonianze sulla Shoah mi ha incoraggiato a persistere nella ricerca e mi ha permesso di organizzare il lavoro intorno ai nodi centrali ed ai vari interessanti aspetti della pedagogia ebraica.


© Morashà 2001 - Rivka Barissever 2001.

Attenzione: tutti i materiali pubblicati sono strettamente coperti dalla legge sul diritto d'autore e ne è severamente proibita la copia e la riproduzione, totale o parziale senza permesso scritto dell'autore.