1. Il mondo è diviso in buoni e cattivi. I buoni dormono meglio la notte, i cattivi se la spassano meglio il giorno.

2. Se il denaro non può dare la felicità, figuriamoci la miseria!

3. Se solo Dio volesse darmi un segno che esiste; ad es. depositando una grossa somma di denaro sul mio conto in banca! (in "Without Feathers").

4. Dio è morto, Marx è morto… e anch'io oggi non mi sento molto bene!

5. Avevo una ragazza e dovevamo sposarci, ma c'era un conflitto religioso. Lei era atea e io agnostico. Non sapevamo senza quale religione educare i figli.

6. Sono contrario al rapporti prima dei matrimonio; fanno arrivare tardi alla cerimonia.

7. Quel ballerino aveva una calzamaglia così stretta che non solo si distingueva il sesso, ma anche la religione.

8. Quando fui rapito i miei genitori si diedero subito da fare. Affittarono la mia stanza.

9. Le maggiori differenze fra i vari canali televisivi riguardano tuttora le previsioni del tempo.

11. Ho un solo rimpianto nella vita: di non essere qualcun altro.

12. Non sono un atleta. Ho cattivi riflessi. Una volta sono stato investito da un'auto spinta da due tizi.

13. "Baci da Dio!". "Beh, sì... Lui ha preso tante cose da me!".

14. Quando ero piccolo i miei genitori mi volevano talmente bene che misero nella culla un orsacchiotto vivo.

15. Recentemente ho letto la Bibbia. Non male, ma il personaggio principale è poco credibile.

16. Il mio grado nell'esercito? Ostaggio, in caso di guerra.

17. Il mio primo film era così brutto che in sette stati americani aveva sostituito la pena di morte.

18. Domattina alle sei sarò giustiziato per un crimine che non ho commesso. Dovevo essere giustiziato alle cinque, ma ho un avvocato in gamba.

19. Non è che ho paura di morire. E' che non vorrei essere lì quando questo succede.

20. Mio nonno era un uomo molto insignificante. Al suo funerale il carro funebre seguiva le altre auto.

21. E' meglio essere vigliacchi per un minuto che morti per il resto della vita.

22. Mentalità divertente quella degli americani: nessuno ha detto niente quando Nixon ha bombardato illegalmente la Cambogia, ma se lo avessero sorpreso in una camera d'albergo con una minorenne lo avrebbero cacciato in due giorni.

23. La psicanalisi è un mito tenuto in vita dall'industria dei divani.

24. Zelig racconta: "Ho 12 anni. Vado alla sinagoga. Chiedo al rabbino qual è il significato della vita. Lui mi dice qual è il significato della vita. Ma me lo dice in ebraico. Io non lo capisco, l'ebraico. Lui chiede 600 dollari per darmi lezioni di ebraico.

25. Il delitto non paga, ma lascia ottimi conti in banca.

26. Il sesso è una cosa molto bella tra due persone; in cinque è fantastica!

27. Non sono narcisista, né egoista. Se fossi vissuto nell'antica Grecia non sarei stato Narciso". "E chi saresti stato?". "Giove".

28. Da bambino volevo un cane. Ma i miei erano poveri. Così mi comprarono una formica.

29. Andai ad un campeggio estivo per bambini di tutte le religioni. Così fui picchiato da bambini di tutte le religioni.

30. Dio non esiste. Però noi siamo il suo popolo eletto.

31. Un automobilista pericoloso è quello che vi sorpassa malgrado tutti i vostri sforzi per impedirglielo.

32. Gli Americani non gettano mai via i loro rifiuti. Li trasformano in show televisivi!

33. Un tizio: "Provi ad avvicinarsi alla contessa e io la faccio a pezzi". Allen: "Se un uomo mi dicesse quello che lei mi ha detto, lo ucciderei". Il tizio: "Ma io sono un uomo!". Allen: "Beh, intendevo un uomo un po’ meno alto…"

34. Torno a casa con una ragazza che ho portato fuori e sei isolati prima di casa sua tira fuori le chiavi. Allora la porto sui gradini e le metto le braccia intorno alla vita e lei fa: "No, no, ti prego. Domani mattina mi odíerò ". E io le dico: "Basta che ti svegli al pomeriggio".

35. Durante la mia prima notte di nozze mia moglie, sul più bello, si è alzata in piedi per un'ovazione.

36. Avevo un buon rapporto, direi, con i miei genitori. Di rado mi picchiavano. Anzi, credo che mi picchiarono, in effetti, una unica volta, durante l'infanzia. Cominciarono a picchiarmi di santa ragione il 23 dicembre del 1942 e smisero nel '44, a primavera inoltrata. (Il dittatore dello stato libero di Bananas).

37. Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile.

38. Sono meravigliato dalle persone che vogliono conoscere l'universo quando è abbastanza difficile trovare la strada attorno Chinatown.

39. Dio ha detto agli Ebrei: Voi siete il popolo eletto... Mmmh, a mio parere, c'è bisogno di un ballottaggio.

40. Quando ascolto troppo Wagner mi viene voglia di invadere la Polonia.

41. Le difficoltà sono come la carta igienica: uno ne tira un foglio e ne vengono fuori dieci.

42. Avrei voluto essere una spia, ma bisognava ingoiare dei microfilm e il mio medico me l'aveva sconsigliato.

43. Io, quando guido, se non leggo m'addormento.

44. Se io faccio così bene all'amore, è perchè mi sono esercitato a lungo da solo.

45. Ogni volta, quando un mio film ha successo, mi chiedo: come ho fatto a fregarli ancora?

46. Una auto-stoppista è spesso una giovane ragazza poco vestita che si trova sul vostro cammino quando siete con vostra moglie.

47. Allora tutto il film della mia vita mi è passato davanti agli occhi in un momento! E io non ero nel cast!

48. Sono a casa seduto davanti alla TV quando il telefono suona e una voce dall'altra parte dice: "Le piacerebbe essere l'uomo vodka di quest'anno?". E io dico: No, sono un artista, e non faccio pubblicità, non sono un ruffiano, non bevo vodka e se lo facessi non berrei la vostra!". E lui: "Peccato, paghiamo 5 milioni di dollari". E io dico: "Attenda in linea, prego. Le passo il signor Allen".

49. Ho comprato qualche disco per Sophia Loren perchè a lei piace il jazz e volevo portarla su qualcosa di interessante. Che so, sul divano, per esempio".

50. Di pensate discretamente profonde ne ho fatte anch'io anche se le mie vertevano invariabilmente su una hostess svedese.

51. Il mio fisico non tollera la roba, l'alcool. Veramente! Ho bevuto due Martini la vigilia dell'ultimo dell’anno e ho tentato di dirottare un ascensore su Cuba!

52. L'ultima volta che sono stato al mare è stato con Mrs Allen, mia moglie. Durante la luna di miele. Ero favoloso. Mi avreste adorato. Stavo sciando sull'acqua, nudo fino alla cintola, scivolavo veloce sulla cresta dell'onda. I muscoli luccicanti d'olio, mi tenevo con una mano sola. Lo sci d'acqua è una meraviglia. Mia moglie, nella barca davanti a me, vogava con foga.

53. Quand'ero piccolo i miei genitori hanno cambiato casa una decina di volte. Ma io sono sempre riuscito a trovarli.

La mucca di Minsk

In un piccolo villaggio ebraico ucraino muore la mucca che dava il latte atutto il villaggio.

Dopo una breve ricerca di mercato si scopre che a Mosca le mucche da latte costano 2000 rubli e a Minsk solo 1000.

Dopo vari tentennamenti decidono di comprare quella di Minsk, sicuri di prendere una fregatura.

Stranamente però la mucca comincia a dare un latte eccezionale cremoso e nutriente.

Al villaggio si decidono a cogliere l'occasione e a perpetrare la specie.

Contattano allora il contadino goy per il toro da monta. Messa la mucca nel recinto di questo però, se il toro si avvicina a sinistra la mucca lo schiva, se si avvicina da destra idem. Questo balletto continua per diversi giorni finché decidono di consultare il rabbino del villaggio, sicuramente il più istruito.

Questi, lisciandosi la barba, ascolta attento lo svolgersi dei fatti.

Domanda allora: "Ma la mucca non è per caso di Minsk?".

Al che i poveri ebrei si stupiscono. Uno da' una gomitata al compagno: "Te l'avevo detto che il rabbino ci avrebbe aiutato, sa sempre tutto!"

"Ma signor rabbino" osa chiedere un altro "Lei come ha fatto a sapere che la mucca è di Minsk?"

"Oh, è facile! Anche mia moglie è di Minsk!"

There's no way

Saddam Hussein was sitting in his office, wondering who to invade next, when his telephone rang.

"Hallo! Mr. Hussein," a heavily-accented voice said. "This is Yitzhak down in Tel Aviv, Israel. I am ringing to inform you that we are officially declaring war on you!"

"Well, Yitzhak," Saddam replied, "This is important news! Tell me, how big is your army?"

"At this moment in time," said Yitzhak after a moment's calculation, "there is me, my cousin Saul, my next-door neighbor Shlomo, and the entire pinnochle team from the deli -- that makes eight!"

Saddam sighed. "I must tell you, Yitzhak, that I have 1 million men in my army waiting to move on my command."

"Oy vey!", said Yitzhak, "I'll have to ring you back!"

Sure enough, the next day Yitzhak rang back. "Right, Mr. Hussein, the war is still on! We have managed to acquire some equipment!"

"And what equipment would that be, Yitzhak?" Saddam asked.

"Well, we have two combine harvesters, a bulldozer and Goldberg's tractor from the kibbutz."

Once more Saddam sighed. "I must tell you, Yitzhak, that I have 16 thousand tanks, 14 thousand armored personnel carriers, and my army has increased to one and a half million since we last spoke."

"Really?!" said Yitzhak, "I'll have to ring you back!"

Sure enough, Yitzhak rang again the next day. "Right, Mr. Hussein, the war is still on! We have managed to get ourselves airborne! We've modified Moshe's ultralight with a couple of rifles in the cockpit and the bridge team has joined us as well!"

Saddam was silent for a minute, then sighed. "I must tell you Yitzhak that I have 10 thousand bombers, 20 thousand MIG-19 attack planes, my military complex is surrounded by laser-guided surface-to-air missile sites, and since we last spoke, my army has increased to two million."

"Oy gevalt!", said Yitzhak, "I'll have to ring you back."

Sure enough, Yitzhak called again the next day. "Right, Mr Hussein, I am sorry to tell you that we have had to call off the war."

"I'm sorry to hear that" said Saddam. "Why the sudden change of heart?"

"Well," said Yitzhak, "We've all had a chat, and there's no way we can feed two million prisoners."


© Morashà 2001


Le principali sezioni del sito Morashà

Cinema ebraico i film di argomento ebraico, di autore ebreo, di vita ebraica o che riguardano l'ebraismo da vicino.

Cucina ebraica le ricette ebraiche degli ebrei sefarditi, askenaziti e italiani, secondo le regole alimentari kasher della religione ebraica e dell'ebraismo come cultura.

Ebraismo abc l’ebraismo in pillole: spiegazioni e regole dell’ebraismo per principianti con norme dello shabbat ebraico, delle feste ebraiche, del mangiare kasher, della preghiera ebraica (tefillà).

Ebrei in italia la storia degli ebrei italiani e del loro ebraismo durante la lunga permanenza nelle diverse regioni italiane.

Israele la situazione socio-politica di Israele attraverso le riflessioni personali degli ebrei italiani residenti in quel paese.

Pagine oro il più completo e aggiornato elenco di indirizzi e di numeri telefonici di tutte le istituzioni ebraiche italiane, dei servizi di ristorazione kasher, dei prodotti kasher, degli ingredienti kasher, del turismo ebraico in Italia e dell'ebraismo italiano.

Sefer Tutti i più recenti libri ebraici pubblicati e gli inserti mensili su argomenti di ebraismo, di religione ebraica, di letteratura israeliana e di lingua ebraica.

Umorismo ebraico le barzellette ebraiche più divertenti sul modo di vivere e di pensare tipicamente ebraici.

Zehut tutto ciò che riguarda l’ebraismo: identità ebraica e pensiero ebraico attraverso i testi dei pensatori ebrei italiani su feste ebraiche, sulla preghiera ebraica, sui motivi del mangiare kasher e in generale sulla religione ebraica.